venerdì 4 dicembre 2015

Un "salto" a Ravenna

Ormai siete abituati ai miei viaggi super veloci e quindi non potete aspettarvi nulla di diverso per quanto riguarda la visita ad una città.
Premettendo che per mia fortuna ci sono stata già più di una volta e con molta calma, oggi vi racconto la mia toccata e fuga  a Ravenna.
Come si suol dire "ogni lasciata è persa", quindi essendo a soli pochi km dalla città ho deciso di fare una deviazione e di trascorrerci qualche ora.
Ho parcheggiato di fronte ad una bella chiesa e con questo panorama è iniziato il piccolo tour.
Molti credono che le spoglie di Dante Alighieri siano a Firenze ed invece la tomba del noto poeta è proprio a Ravenna e merita senza dubbio una visita.






Piccola e raccolta si individua bene dall'esterno; in passato però, per circa un anno il suo corpo restò sepolto in un tumulo poco distante.



Continuando con la visita sono arrivata al Battistero degli Ortodossi, da non confondere con quello degli Ariani.



Ravenna è la culla del mosaico, in tutti i suoi principali monumenti si possono ammirare delle bellezze davvero uniche che attraggono visitatori da tutto il mondo.
Logicamente anche all'interno del Battistero degli Ortodossi potete ammirarne uno davvero notevole.



Visitate il Mausoleo di Galla Placidia famosissimo per il suo cielo stellato di fianco alla nota Basilica di San Vitale.



Avendo poco tempo a disposizione la mia visita si è conclusa con un giro nel centro storico, fino ad arrivare alla piazza, ma la città offre tantissimo altro, è una delle maggiori città d'arte italiane.
Poco fuori dal centro, a circa 8 km è d'obbligo una visita alla Basilica di Sant'Apollinare in Classe che vi meraviglierà con i suoi mosaici, e dopo o prima - a seconda dell'orario- dovete assolutamente gustare qualche prelibatezza della zona:che ne dite di piadina con lo squacquerone ?
Al prossimo viaggio (o alla prossima visita),
Viaggiatrice seriale.

Nessun commento:

Posta un commento